A pesca di immondizia: organizza anche tu un evento di pulizia

Premessa

I rifiuti di plastica – dai sacchetti ai frammenti microscopici – sono una delle più gravose emergenze ambientali e minacciano gli oceani in tutto il mondo. Il nostro Mediterraneo, un mare chiuso e densamente popolato, è particolarmente a rischio e in alcune aree si trovano le stesse concentrazioni di rifiuti che si riscontrano nelle zone di convergenza del Pacifico, le cosiddette “isole di plastica”. Bisogna agire da subito con azioni mirate di pulizia perché attivarsi anche tra soli pochi anni potrebbe essere veramente troppo tardi.

Spesso quando si fa un giro per la spiaggia si notano diversi tipi di materiali: plastica, vetro, polistirolo, ecc ecc. Una parte deriva sicuramente dalle mareggiate. Effettivamente quando si parla di un rifiuto simile, potenzialmente potrebbe arrivare anche da molto lontano attraverso le correnti. Ma è evidente che il rifiuto non è entrato da solo in acqua. Poi, spesso, si nota pattume derivante dai fruitori locali e tra questi vi è chi abbandona rifiuti ingombranti e altamente inquinanti.

Pertanto è giusto che chi ama veramente il mare si batta per proteggerlo e tenerlo pulito. Semplicemente perché i pescatori sportivi e ricreativi sono la parte di comunità che frequenta più spesso l’ambiente costiero durante l’arco dell’anno. Per noi pescatori è un dovere morale organizzare e promuovere un evento simile vista la suddetta ed allarmante situazione.

L’iniziativa e la sua storia

Tutto è nato a gennaio 2016 quando Andrea De Nigris, fondatore della comunità “La pesca in mare”, andando a pesca con un amico, ha notato la spiaggia veramente sporca. Realizzato un video in cui si chiedeva a tutti i pescatori di aiutare a mantenere le spiagge pulite e i propri spot di pesca, vi è stata una prima reazione di sdegno per le condizioni della spiaggia da parte del mondo social e successivamente un invito a organizzare.  Per questa serie di ragioni è nato “A pesca di immondizia” e “La pesca in mare” vuole dare continuità e allargare l’iniziativa su tutto il territorio nazionale  per migliorare l’efficacia d’azione.

Non a caso questo evento consta principalmente di due fasi: 
• la prima prevede la pulizia delle spiagge con l’aiuto delle associazioni sportive della zona, dei ricreativi, dei diving e sommozzatori, dei diportisti, degli apneisti e dei cittadini.
• la seconda, della durata dell’intero anno solare, sarà portata avanti dai pescatori sportivi e ricreativi. Costoro si impegneranno a tenere pulito un minimo i propri spot terminando qualche minuto prima la propria battuta di pesca.

Gli obiettivi

L’ obiettivo principale è sensibilizzare le persone che parteciperanno all’iniziativa. E’ importante che i pescatori sportivi e ricreativi diano l’esempio. Inoltre  è utile per creare coesione tra i pescatori e le associazioni dimostrando quanto gli sportivi e i ricreativi possano essere importanti. Deve passare il seguente concetto:

I PESCATORI SPORTIVI E RICREATIVI SONO UNA RISORSA PER IL MARE! 

I partner

Ogni evento avrà come main sponsor Carson, cioè la più longeva azienda di articoli e accessori sportivi  d’Italia. Provvederà a diffondere gli eventi organizzati attraverso i suoi canali e garantirà degli omaggi ai partecipanti.  

Come media partner ci sarà il massimo supporto di Pesca TV, canale 236 di Sky. Attraverso la direzione marketing del canale e l’azione personale del suo direttore, Matteo De Falco, ci sarà la diffusione sulla piattaforma Sky attraverso spot pubblicitari e i propri canali social.

Gli eventi sono supportati dal progetto europeo “Clean Sea Life”, una campagna di sensibilizzazione per la riduzione dei rifiuti marini, che, come “A pesca di immondizia”, unisce pescatori, subacquei, diportisti, bagnanti, ragazzi e tutti i cittadini nella difesa del mare.

Seguiteci sui nostri social e partecipate all’evento più vicino a voi. Presto avrete la lista completa. Se siete lontani o avete un po’ di voglia di organizzate anche voi nella vostra zona, basta scrivere una mail a lapescainmare12@gmail.com. Va bene qualsiasi spot: lago, torrente, fiume, laguna o mare! 

PARTECIPA ANCHE TU! 

Tutte le news e gli aggiornamenti dell’iniziativa saranno pubblicati su:

– Pagina Facebook “La pesca in mare” 

– Pagina Facebook “A pesca di immondizia Italia

– Sito www.lapescainmare.org nella sezione ”A pesca di immondizia”.

 

                                                                                                                   Andrea De Nigris

Fondatore e amministratore  comunità “La pesca in mare”