Ogni anno è sempre la stessa storia…

Mancano pochi giorni all’inizio di un nuovo anno. L’Italia sta vivendo un periodo di transizione e di incertezza. Il Governo ha altre priorità che la pesca sportiva e ricreativa. Il punto è che non si riesce a garantire un minimo di aiuto a oltre 1 milione di pescatori dilettanti. Ora come ora non si chiedono grandi provvedimenti, si chiede semplicemente quel minimo di attenzione per rinnovare i permessi di licenza gratuiti. Purtroppo la comunicazione è giunta in ritardo anche l’anno scorso …e ogni anno siamo qui a raccontare sempre la stessa storia.
L’anno 2016 ha visto, quindi, due eventi non positivi: il ritardato rinnovo della licenza gratuita e il tentativo di introduzione della fatidica licenza a pagamento. La mancanza di copertura finanziaria ha fatto sì che questa finisse momentaneamente nell’oblio. Possibile che con il nuovo anno si ritorni alla carica. Sicuramente per il 2017 varrà il permesso GRATUITO.
Capiamo benissimo le condizioni non idilliache del nostro Stato ma crediamo che questa situazione si potrebbe sbloccare con veramente poco. E la cosa che rattrista è che manca addirittura anche quel minimo sforzo. Sembra quasi che non si voglia investire nessuna energia, eppure il potenziale del nostro hobby è economicamente immenso nonostante tutto. In Italia le nostre forze politiche supportano la pesca professionale. Nessuno la pesca dilettantistica. Sì, qualcuno ha espresso qualche bella parola ma solo quella. FATTI ZERO.
Ci auguriamo che il 2017 sia un anno migliore. Un anno per la svolta e il riconoscimento. E’ quasi pronto un articolo a testimonianza di quanto diciamo. Nel frattempo auguriamo a tutti voi un sereno 2017.
Gli amministratori

Andrea De Nigris Matteo Desideri Stefano Perrone

resize