A PESCA D’IMMONDIZIA – Orbetello 1° Maggio 2016

ORBETELLO. Questa volta la pesca è stata grossa ma nella rete dei pescasportivi e dei volontari non sono finiti i pesci ma la spazzatura. «Siamo soddisfatti – ha detto Fabio Lubrano, presidente dell’associazione dei pescatori sportivi orbetellani – Abbiano raccolto oltre 100 sacchi di spazzatura. È stata una bella giornata che abbiamo dedicato alle nostre dune».

Nata per caso da un’idea di Andrea De Nigris, amministratore della pagina Facebook “La pesca in mare” e di un suo amico, Jacopo Durante, che dopo una battuta di pesca si misero a raccattare spazzatura, raccogliendone in grande quantità, l’iniziativa “A pesca di immondizia” è stata sposata da Lubrano che ha coinvolto il Comune di Orbetello, in particolare l’assessore all’ambiente Mauro Barbini, e altre associazioni lagunari.

«Al punto di ritrovo, il 1° maggio eravamo circa una quarantina – ha raccontato il pescasportivo – alcuni non sono venuti per paura del maltempo, altri ci aspettavano sulla spiaggia».

Insomma, a ripulire le dune, domenica, c’erano circa sessanta persone. «Abbiamo raccolto tanta spazzatura “urbana” – ha continuato Lubrano – molta proveniente dai bivacchi estivi degli ambulanti, molto polistirolo e tantissima plastica, pile, bombole del gas, ruote di bici, un piano cottura, dei pezzi di grondaia, vestiti e ombrelloni rotti».

Era stato Lubrano a realizzare, nei mesi scorsi, un video di denuncia per mettere in evidenza il degrado delle dune della Feniglia che si erano trasformate in campi di pernottamento per i venditori abusivi che durante il giorno vendevano i loro prodotti sulla spiaggia.

Dietro le dune c’era tanta sporcizia e un odore tremendo anche perché alcuni punti erano stati trasformati in una latrina a cielo aperto.

Dune e spiaggette interne non rientrano nell’appalto della nettezza delle spiagge e quindi spesso sono oggetto delle pulizie fatte da volontari, come in questo caso.

«Abbiamo ripulito tre chilometri di dune fra la Feniglia e Ansedonia – dettaglia Lubrano – e ogni partecipante ha dato il meglio di sé».

Oltre ai volontari, Lubrano ringrazia anche il Corpo Forestale dello Stato che ha partecipato alla pulizia, Sei Toscana, il gestore che si occupa dello smaltimento dei rifiuti, il circolo dei cacciatori di Orbetello, gli stabilimenti balneari che hanno offerto gratuitamente le colazioni, i pranzi e gli

aperitivi a tutti i partecipanti.

«Un applauso particolare – conclude – deve essere però fatto ai cittadini che hanno partecipato all’iniziativa, faticando, per rendere migliore le nostre dune. Alla fine della giornata eravamo stanchi ma appagati per il lavoro che avevamo svolto».