A PESCA D’IMMONDIZIA – Casalabate 1° Maggio 2016

CASALABATE – Non si sono fatti certo intimorire dalle condizioni meteo tutt’altro che incoraggianti e alla fine la giornata ecologica a pesca di rifiuti è andata in porto. Un appuntamento di condivisione e spirito civico e ambientale che si è consumato nella giornata di ieri lungo il litorale di Casalabate su iniziativa della comunità “La pesca in mare” creata sul social di facebook e che ha organizzato l’omonima manifestazione a pesca di immondizia sulle spiagge e lungo la costa della località salentina. Una giornata per l’ambiente e la pulizia del litorale che ha visto la partecipazione di circa cinquanta volontari e partecipanti tra pescatori sportivi, componenti di associazioni e cittadini provenienti da tutta la provincia leccese, armati di sacchi, rastrelli, guanti e tanta buona volontà. Con un’equa distribuzione delle forze in campo le spiagge e le scogliere sono state tirate a lucido rimuovendo l’immondizia riversata dal mare e quella abbandonata da chi elargisce poco senso civico. I partecipanti, divisi in due squadre principali, hanno percorso la zona del lungomare e delle spiagge relative a Trepuzzi e Squinzano, comuni responsabili della marina.

Il materiale raccolti va dai classici contenitori di plastica, ai rifiuti ingombranti, al legname, a piccoli pezzi di ferro e vetro. Nello specifico sono stati raccolti 42 sacchetti da 130 litri. E’ stata effettuata una raccolta differenziata dividendo tra carta, indifferenziato, plastica, lattine, alluminio e vetro. E sono emersi anche alcuni rifiuti inquinanti e pericolosi tra cui un piccolo estintore, due barche rovinate, una ruota, un paraurti e una sedia di ferro. Alla buona riuscita della giornata ecologica a pesca di rifiuti, immortalata anche dagli scatti di Angelo Perrone, hanno contribuito tutti i volontari, gli enti e i sodalizi impegnati tra cui l’associazione Fare Verde Puglia, nucleo di Novoli, presieduta da Giuseppe Piccinno, alla Lega Navale italiana, sezione di Casalabate (sede logistica della iniziativa), con il presidente Marcello Tedesco.

Significativo anche l’apporto della Fipsas Lecce e del suo presidente, Massimo Barretta, per la partecipazione e il coinvolgimento delle associazioni Black Marlin Team di Novoli, Asd WaveTrotter onlus di Otranto con la Surfrider Foundation Europe, la Fishing Club Lecce e Le Pilane di Poggiardo. Gli organizzatori hanno avuto modo di ringraziare tutti i partecipanti e aderenti all’iniziativa e anche l’azienda Axa, aziende per l’ambiente, per aver aver donato i guanti, i sacchi  e per aver messo a disposizione i rastrelli, la Shimano Fishing per la diffusione dell’evento e il canale 236 Pesca Tv Sky, oltre ad alcuni negozi locali e rivendite di materiale per la pesca e la nautica che hanno messo in palio dei premi di partecipazione. L’amministratore della comunità, Andrea De Nigris, si farà carico di inviare tutti i risultati raccolti e il report di tutti gli eventi alla banca dati delle “Ocean Initiatives” e al ministero dell’Ambiente e delle politiche agricole.